Solidali e complici da Roma:

Utente: garbat
7 / 1 / 2013

Questa mattina la città di Padova è stata bruscamente svegliata da un'operazione giudiziaria contro studenti e attivisti legati ai movimenti che hanno attraversato la giornata europea di mobilitazione del 14 novembre. Sono state effettuate 4 perquisizioni e sono stati notificati 2 arresti domiciliari e altrettanti obblighi di firma, oltre a risultare denunciate altre 5 persone.

Dopo gli arresti a Roma e le perquisizioni e le denunce a Milano, una nuova azione giudiziaria attacca i movimenti; quei movimenti che si sono resi protagonisti delle mobilitazioni autunnali e che sono stati in grado di rompere il silenzio imposto dalla pax montiana.

Il 14n, a Padova come in tantissime città d'Europa, migliaia di studenti, precari, lavoratori sono scesi in piazza. Dopo un lungo corteo per le strade della città, reclamando libertà di movimento, la polizia caricava i manifestanti nel piazzale antistante la stazione.

Il susseguirsi di azioni repressive a carico di giovani studenti e precari non frenano di certo la nostra voglia di tornare in piazza sempre più numerosi, piuttosto esprimono la debolezza di chi ha paura di non riuscire a governare e a imporre austerità e povertà come unica via d'uscita dalla crisi.

Tutta la nostra solidarietà va ai compagni che questa mattina si sono svegliati con queste assurde misure.

...prepararsi alla primavera.

Action-Diritti in Movimenti, Anomalia Sapienza-Unicommon Roma, Assemblea di Medicina Astra19 Spa, csoa Spartaco, csoa Sans Papier, csoa La Strada, csoa Corto Circuito, csoa Spartaco, Esc- Atelier Occupato, Lab! Puzzle, Nuovo Cinema Palazzo, Point Break, Scup! ScuolaCulturaPopolare, Strike Spa

Tratto da:

Bookmark and Share