Appello del coordinamento studentesco scledense verso la manifestazione contro la riforma Gelmini

Schio - Tutti a Vicenza per il diritto all'istruzione!

Sabato 14 novembre riprendiamoci il diritto a manifestare

10 / 11 / 2009

A tutti gli studenti medi ed universitari,

ai genitori, al personale scolastico,

a tutti gli insegnanti che intendono difendere la scuola pubblica:

 

Sabato 14 Novembre torniamo in piazza a Vicenza per ribadire che

LA SCUOLA PUBBLICA NON SI TOCCA!

Gli effetti della riforma Gelmini cominciano a farsi sentire con tagli netti a personale, fondi e attività scolastiche, che altro non sono che la minaccia al nostro diritto all’istruzione.

Dobbiamo ribadire che la scuola pubblica non è un’azienda, opponendoci al “progetto di legge” Aprea che vuole, ad esempio, introdurre nella scuola il consiglio di amministrazione aperto al mondo imprenditoriale avviando così il processo di mercificazione del sapere.

Il diritto di manifestare, inoltre, non può essere messo in dubbio dai presidi, gli studenti non possono essere ricattati , ad esempio con circolari alle famiglie, ma devono essere liberi di manifestare il loro dissenso riguardo lo sviluppo di un sistema scolastico che non rispecchia i reali obbiettivi formativi che la scuola dovrebbe garantire.

Lanciamo una grande giornata di mobilitazione provinciale del mondo della scuola per sabato 14 Novembre a Vicenza.

Ci ritroviamo tutti alle ore 8.00 in stazione dei treni a Schio!

NOI LA CRISI NON LA PAGHIAMO!

CONTRO I TAGLI ALLA SCUOLA PUBBLICA,

RIPRENDIAMOCI LA LIBERTA' DI MANIFESTARE

E IL DIRITTO ALL' ISTRUZIONE!!

Coordinamento Studentesco Schio

Bookmark and Share