Roma - Verso il #14 n contestato Draghi, la polizia carica

da Dinamopress.it

Utente: chicca
12 / 11 / 2014

Oggi studenti e precari hanno messo in pratica una giornata di contestazione nei confronti del presidente della BCE Mario Draghi.
Gli attivisti hanno impedito la sua uscita dall'ingresso principale della facoltà di Lettere di Roma3 con lanci di uova e vernice.
La polizia ha caricato violentemente i manifestanti provocando diversi feriti.
Di seguito la cronaca a cura di DINAMOPRESS.

La mobilitazione di studenti e precari, annunciata ieri con un comunicato, è iniziata con una assemblea presso la facoltà di Lettere di Roma3. Gli studenti e i precari si sono poi diretti in corteo al grido di "No all'austerità" e "fuori i banchieri dall'università" verso la facoltà di Economia, blindata dalla celere in assetto antisommossa. Al tentativo di entrare nella facoltà per esprimere legittimamente il proprio dissenso per le politiche di austerità della BCE, la celere blocca i cancelli e carica gli studenti. Diversi feriti, colpiti alla testa dalle manganellate, poi cariche di alleggerimento per liberare la strada a Draghi, bloccato dai manifestanti all'interno della facoltà dopo il suo intervento per celebrare i cento anni dell'economista Federico Caffè.

Ancora una volta emerge con chiarezza l'arroganza, la violenza e la paura di chi precarizza e sfrutta le nostre vite, militarizzando uno spazio pubblico come l'università ed impedendo l'ingresso agli studenti, che dopo le cariche si sono ricompattati, bloccando la strada e tornando poi in corteo verso Lettere. E venerdì le strade di tutto il paese saranno invase dalle manifestazioni e dalle azioni per la giornata dello sciopero sociale.

Il video della prima carica.

Il video della seconda carica.

Intervista ad una studentessa del Laboratorio romano per lo Sciopero

Tratto da:

Bookmark and Share