Rise Up 4 Climate Justice smonta le reti del cantiere Tav di Montecchio Maggiore (VI)

13 / 11 / 2021

Sabato 12 Ottobre Questa mattina attivistə di Rise Up 4 Climate Justice hanno smontato le reti di delimitazione del futuro cantiere Tav di Montecchio Maggiore (VI). Obiettivo dell’azione è stato segnalare l’enorme problema ambientale che il cantiere comporterà nella già inquinata e delicata zona tra Montecchio Maggiore e Vicenza. Di seguito il comunicato stampa.

Nella provincia di Vicenza il progetto Tav è accompagnato da consumo di suolo ed enormi colate di cemento. Ad aggravare l’impatto della grande opera infatti, sia a Vicenza che in provincia è prevista la costruzione di strade ed infrastrutture di collegamento per auto e camion.

La costruzione di strade all’interno del progetto TAV è sempre stata fondamentale per la lobby del cemento veneta e l’intento nella zona è quello di costruire collegamenti con la fallimentare e devastante opera della Pedemontana Veneta.

Circa 50 attvivistə hanno smontato le reti del futuro cantiere e scritto a terra con gli spray per denunciare quello che per ora è un grande rimosso nel progetto TAV. 

No Tav Vicenza

No Tav Vicenza

L’inquinamento da PFAS delle falde superficiali nella zona è estremamente pesante, le colate di cemento previste all’interno del progetto impermeabilizzeranno il terreno rendendo imprevedibili i movimenti della falda inquinata nel sottosuolo, col rischio di rendere ancora più grave quello che è già un disastro ambientale.

La crisi climatica è qui ed ora, è giunto il momento di fermare grandi opere e consumo di suolo!

Ci vediamo tuttə a Venezia l’11 e 12 Dicembre per il Venice Climate Meeting!

Rise Up For Climate Justice

Bookmark and Share