tratto dal blog dell'Ass.Rumori Sinistri

Rimini - "Campagna Sociale per l'emersione del Lavoro Gravemente Sfruttato nel turismo – Estate 2013"

20 / 7 / 2013

2 milioni di presenze, 15mila persone in transito all'aeroporto Fellini per la Notte rosa, 200mila persone alla Molo Street Parade e quando parliamo di Lavoro Gravemente Sfruttato nel Turismo ci rispondono con la retorica della crisi mentre i lavoratori e le lavoratrici stagionali - che tengono in piedi l'economia turistica - vengono pagati due, tre euro all'ora senza giorno di riposo, con ritmi di lavoro estenuanti e paraschiavistici.
I meccanismi di accumulazione capitalistica e di finanziarizzazione sulla vita impongono nuove forme e declinazioni dello sfruttamento.
Non è la crisi che fa accettare o impone queste condizioni di lavoro ma la povertà e la globalizzazione neoliberista che avvicinano Rimini alle fabbriche cinesi e bengalesi delle grandi multinazionali. 


campagna-lgs2013_I.jpgDa questa sera inizieremo gli attacchinaggi dei volantini informativi sulla "Campagna Sociale per l'emersione del Lavoro Gravemente Sfruttato nel turismo - Estate 2013" in italiano e in rumeno.
Clicca sulle immagini, scaricale e stampale! 
Aiutaci a diffondere il volantino non delegare. 
Partecipa attivamente!
Il 29 marzo il consiglio comunale di Rimini ha approvato un ordine del giorno sul tema ancora totalmente disatteso: non è stata promossa dal Comune la campagna informativa sui diritti dei lavoratori, ne è stata resa nota la cosiddetta “white list” degli alberghi virtuosi rispettosi del CCNL del Turismo. 
campagna-lgs2013_R.jpgMentre amministrazione e associazioni di categoria vanno a braccetto nella promozione dei grandi eventi, intorno ai quali molto ci sarebbe da dire, e la retorica sicuritaria colpisce senza tetto, migranti e povertà estrema, i lavoratori e le lavoratrici stagionali continuano a vivere condizioni di ricatto, semi schiavitù e precarietà estrema.
La "Campagna Sociale per l'emersione del Lavoro Gravemente Sfruttato nel turismo – Estate 2013" si pone l'obiettivo di informare i lavoratori sui loro diritti e al contempo di promuovere azioni concrete di autorganizzazione per sottrarsi colletivamente all'afflizione imposta dai ricatti della finanza e dei padroni di casa nostra.
Reddito, Diritti, Dignità per tutti e tutte!
La campagna è promossa dall'Ass.Rumori sinistri e da Adl Cobas Emilia Romagna

Bookmark and Share