Reggio Emilia - Parte l'operazione S.Co.Re

Stop alla speculazione, occupare è giusto!

30 / 11 / 2013

Nella giornata nazionale contro la speculazione e la rendita parte a Reggio Emilia l'operazione S.Co.Re - Spazi Contro la Rendita. Questa mattina l'obiettivo è stata una palazzina situata in via Roma, importante via del centro storico che in questi anni è stata bersaglio di innumerevoli sfratti e pignoramenti. 

La palazzina in questione è sfitta da anni e lasciata marcire dagli speculatori che ne traggono profitto ma è solo una delle tante situate in quella via e nell'intero centro sotrico.

Questa è stata solo la partenza dell'operazione S.Co.Re e dell'attacco alla rendita capitalista, la prima tappa per affermare e riprenderci ciò che ci spetta! 



Di seguito il volantino distribuito durante l'azione:

Cos’è S.Co.Re? È l’acronimo di Spazi Contro la Rendita e mira a scontrarsi e delegittimare la rendita capitalista. Spazi da liberare e di libertà che, al momento, sono sotto il controllo del capitale, svuotati del loro potenziale di aggregazione e di creazione di autonomia.

Come? Mettendo in luce luoghi abbandonati, case sfitte e la speculazione che ne consegue.

A Reggio Emilia, mentre gli sfratti causati dalla crisi e dallo strozzinaggio di Equitalia e delle banche aumentano, secondo gli ultimi dati ci sono circa 7000 case invendute, mentre viene volutamente nascosto il numero esatto di appartamenti sfitti, è arrivato il momento di riprenderci ciò che ci spetta.

In questo meccanismo è fondamentale il concetto di renditae il suo ruolo nella riproduzione nei rapporti di produzione e di distribuzione capitalistici. La rendita è il reddito che il proprietario di un determinato bene percepisce in conseguenza al fatto che tali beni siano scarsi o, più frequentemente, che vengano resi disponibili in scarse quantità. In sostanza, la rendita vive su forme di proprietà e posizioni di forza para-monopolistiche che permettono di speculare tramite la creazione di una scarsità artificiale di risorse imponendo prezzi più elevati di quelli reali.

Esemplificando: un palazzinaro o un’agenzia immobiliare che possiede 100 appartamenti e ne tiene volutamente sfitti 50, aumenta esponenzialmente il valore fittizio e la “rendita immobiliare” degli altri appartamenti in affitto. Il capitale, quindi, nel tentativo di salvaguardare il profitto, sviluppa meccanismi rentiers di riduzione dell’offerta imponendo barriere all’accesso dei beni. Un sistema inaccettabile, ancor più in un momento come quello che stiamo vivendo.

L’attacco di S.Co.Re è quindi contro questo sistema, che alle persone e le relazioni tra esse mette davanti il profitto ed i suoi rapporti.

Non è più possibile stare in silenzio quando ci sono migliaia di case vuote lasciate marcire dalla speculazione privata.

Occupare le case sfitte è un passo verso il cambiamento e verso il superamento del sistema che ogni giorno ingabbia le nostre vite!

Laboratorio Aq16   

Bookmark and Share

Reggio Emilia - Parte l'operazione S.Co.Re