Reggio Emilia - Nunzio e Marco liberi!

25 / 9 / 2014

In seguito alla notizia dell'arresto dei due compagni romani Nunzio D’Erme del centro sociale Corto circuito, e Marco Bucci del centro sociale Spartaco, sentiamo l'esigenza di esprimere la nostra solidarietà e la nostra vicinanza verso di loro ed in generale verso chi, negli ultimi periodi troppo frequentemente , si ritrova ad essere vittima di un' “in-giustizia”, focalizzata ormai nel reprimere coloro che impegnano la propria vita in lotte degne ed in vista di un bene comune.

In particolare, in una città come Roma, dove dilagano i vecchi e nuovi fascismi e tutto il razzismo a cui essi rimandano, non può e non deve mai arrestarsi la lotta e la dignità di chi li combatte in prima persona.

Loro pagano con la propria libertà lo spendersi a favore dei diritti e del dar voce e dignità a coloro i quali viene negata. Mentre chi si impegna nel propinare idee xenofobe e sessiste, che invece mirano a negare quegli stessi diritti, resta sicuro grazie al legame che da sempre intercorre tra estrema destra, forze dell'ordine e organi di potere politico ed economico.

Sempre avanti e a testa alta, Nunzio e Marco! Noi siamo sempre vicino a voi, non solo simbolicamente ma presto anche fisicamente nelle lotte di ogni giorno.

 Liberi subito! Daje forte!

 Laboratorio Aq16

Bookmark and Share