Reggio Emilia - Non si può morire andando a scuola

Sabato 18 gennaio in piazza per Sylvester

13 / 1 / 2014

Lunedì mattina - 13 gennaio - Sylvester, uno studente di 14 anni dell'Itc Scaruffi, muore mentre si sta recando a scuola, precisamente mente scende dall'autobus numero 2 alla fermata di viale Piave all'altezza di Porta S. Croce. Un autobus spesso sovraffollato in una fermata pericolosa perchè sulla circonvallazione e dotata di un marciapiede molto stretto. 

Oggi, come tutte le mattine, trasportati dai mezzi “pubblici” dell’azienda privata S.E.T.A, ci siamo recati a scuola, ma per uno di noi questo non è stato possibile. Sylvester, un ragazzo di quattordici anni è caduto e morto dallo stesso autobus su cui   viaggiava, il “2 Rubiera”, che ogni mattina conduce studenti in condizioni di sovraffollamento e insicurezza stipati in carri bestiame.

Un destino già toccato nel 2010 ad uno studente di Reggiolo.
Eventi come questi sono inaccettabili, perché non è possibile morire in questa maniera andando a scuola, a causa di un servizio che richiede costi spesso insostenibili ma che non è nemmeno in grado (o non ne ha la volontà) di strutturare norme di sicurezza e permetterci di arrivare a scuola vivi!

Noi crediamo che ci siano dei responsabili “superiori” alle bravate o alle distrazioni di questo incidente, e che le cause provengano da piani più alti: la gestione privata del trasporto pubblico appaltata dal Comune all’agenzia seta, in particolare alle cariche alte di SETA, si sono mostrate da sempre sorde e cieche davanti alle reali esigenze degli utenti, provvedendo esclusivamente all’abbondanza del proprio portafoglio! Oggi questa brama di profitto è costata la vita ad un ragazzo troppo giovane.

Per questi motivi, Sabato 18 Gennaio vogliamo indire uno sciopero aperto a studenti, genitori, insegnanti e naturalmente a tutta la cittadinanza, in solidarietà alla famiglia e agli amici di Sylvester, ma anche per pretendere le dimissioni degli indegni gestori del servizio di trasporto.

Una giornata da svolgere senza la presenza di bandiere o rappresentanze partitiche che fino ad ora non hanno mai mostrato interesse, ma semplicemente indignati e uniti nel ricordo di un nostro fratello.
Perchè cose come queste non accadano mai più!

Studenti solidali e incazzati!

RITROVI: ORE 7.30 POLO SCOLASTIC0 / SCARUFFI 
ORE 8.00 PORTA SANTA CROCE

Martedì 21 gennaio, dalle ore 15.30 si svolgerà presso Casa Bettola un'assemblea aperta a tutta la cittadinanza per discutere sulle problematiche dei servizi pubblici e condividere pareri e opinioni.

Bookmark and Share

Gallery