Reggio Emilia - Ciclo di incontri di approfondimento sul diritto all’abitare 29aprile/22maggio

24 / 4 / 2010

  • Giovedì 29 aprile alle ore 21, Laboratorio aq16 via Fll. Manfredi 14

Emergenza abitativa a Reggio Emilia: oggi la casa non è un diritto. In una città dove gli sfratti esecutivi arrivano ad essere 80 a settimana mentre le assegnazioni di case popolari sono di media 80 all’anno e dove l’edilizia pubblica sta scomparendo, che speranze hanno i 23000 disoccupati , i cassaintegrati e tutti coloro che stanno subendo gli effetti devastanti di una crisi chenon dipende da loro , di mantenere un tetto sulla testa?

Ne parliamo con: Collettivo Sottotetto – Sportello per il Diritto alla Casa Carlo Veneroni – Segretario Provinciale S.U.N.I.A—————————————————————

  • Venerdi 7 maggio / Sabato 8 Maggio

Due giorni di confronto e scambio su città e territorioUn laboratorio aperto, dove le parole città e territorio daranno vita a incontri, lezioni, presentazioni e dibattiti. E’ un invito rivolto a tutti i soggetti che consideranola città un bene comune, e che i suoi mutamenti non possano che muovere dai bisogni e dai desideri delle persone che la abitano. È un invitoall’incontro e al dialogo, per capire cosa possiamo dire e fare assieme.

Per il programma completo visitate il sito: www.sottotetto.noblogs.org

Dialoghi, discussioni e dibattiti con •Eduardo Sarzano – Urbanista • Ilaria Boniburini – Dottoranda in urbanistica • Mauro Baioni – Dottore di ricerca in urbanistica
Coordinano • Rossana Benevelli • Simone Ruini • Federico Venturi
———————————————————————————————————————————–
Sabato 22 maggio alle ore 17
Autorecupero – un altro futuro per via Compagnoni. L’esperienza dell’autorecupero si e diffusa negli ultimi anni in molti paesi in Europa e anche in Italia. L’azione di recuperare un edifico esistente attraversola manodopera e il tempo delle persone che lo abiteranno, ha un valore sociale ed economico, perchè risponde all’esigenza abitativo di un numero sempremaggiore di persone che il mercato immobiliare e le politiche abitative lasciano ai margini. A Reggio Emilia, l’autorecupero potrebbe diventare una validaalternativa alle risposte finora insufficienti che si sono date alla domanda di un bene primario come la casa?
Ne parliamo con
Chiara Valli – Architetto Reggio Emilia • Xenia – Bologna • RDB Asia – Bologna

Bookmark and Share

Gallery