Iniziativa contro l'aumento delle tasse universitarie

Padova - Zaccaria, giù la maschera del merito!

Comunicato del Laboratorio Odradek

22 / 4 / 2013

La Spending Review è arrivata anche a Padova. Zaccaria, il suo portavoce ufficiale Scutari e il CdA si sono dimostrati ancora una volta sordi di fronte alle esigenze e alle rivendicazioni degli studenti.

Il presidio di contestazione convocato nel cortile del Bo ha infatti espresso la contrarietà rispetto all'aumento delle tasse per i fuori corso, svelando tutte le contraddizioni della retorica meritocratica.

Il Rettore, sulla scia di Profumo, ha deciso di scaricare i costi della crisi e della dismissione dell'università su coloro che la rendono viva, la attraversano quotidianamente e ne riempono i luoghi; tutto questo legittimando il provvedimento come “difesa degli studenti” e di “aver tenuto in considerazione lo status degli studenti-lavoratori”.

In realtà, la mozione che hanno approvato è stata fatta sulla base di interlocuzioni parziali con i rappresentanti degli studenti e su delle statistiche che hanno una fonte sconosciuta, se non riferita a dati mandati da alcuni esercenti locali.

La realtà dei fatti, di chi vive la precarietà giorno dopo giorno, è completamente estranea al CdA: sembra quasi che i suoi membri non sappiano degli innumerevoli contratti atipici e del lavoro in nero che caratterizzano la vita degli studenti e che rendono impossibile la regolarizzazione della propria posizione per inserirla nel lungo iter burocratico universitario.

Merito significa ancora una volta disuguaglianza o meglio rendere l'università attraversabile solo da chi ne ha le risorse..finanziarie.

L'incontro con il prorettore Scutari, dopo che gli studenti si sono visti negare la possibilità di intervenire in CdA, non ha fatto altro che confermare le supposizioni del presidio.

Il prorettore ha ribadito infatti il netto rifiuto a modificare i decreti in sede di approvazione, escludendo qualsiasi via di mediazione.

Il pomeriggio di oggi ha dimostrato ancora una volta come l'Università di Padova abbia un concetto di eccellenza in senso stretto: più legato agli interessi economici e ai loro derivati che ad un effettivo dialogo con i soggetti vivi che ne rendono possibile la durata.

Tutto questo tristemente il linea con le politiche di governo “tecniche”, che come ci lasciano le cronache di questi ultimi giorni (e mesi), esprimono una realtà totalmente altra da quella di chi vive la crisi sulla propria pelle.

Laboratorio Odradek


Bookmark and Share

Padova - no all'aumento delle tasse

Padova - no all'aumento delle tasse