Padova - Verso il 26 ottobre 2013 per rispettare i risultati referendari: l'acqua non è una merce

Il Comitato rilancia l'autoriduzione

25 / 9 / 2013

Dopo la pausa estiva, sentivamo l'esigenza di ripartire con un momento di forte rilancio della Campagna di Obbedienza Civile che, qui a Padova, ha al suo attivo un centinaio di adesioni tra autoriduttori singoli e condomini.

Ricordiamo che la Campagna di Obbedienza Civile, promossa dal Forum Italiano dei movimenti per l’acqua al fine di dare attuazione ai referendum del 12 e 13 giugno 2011, consiste nel pagare le bollette relative ai periodi successivi al 21 luglio 2011, applicando una riduzione pari alla componente tariffaria “remunerazione del capitale investito”, cancellata dal 2° quesito (per gli utenti di ACEGAS-APS, la nuova percentuale da dedurre dalla bolletta dell'acqua è del 18,82%, dal momento che la nuova tariffa-truffa dell'Authority dell'Energia Elettrica e Gas, AEEG, ha consentito ai gestori di praticare -già dalla primavera del 2013- un rincaro del 13,45%!).

L’appuntamento, per tutti (attivisti, autoriduttori, associazioni, comitati e singoli etc.), è per sabato 26 ottobre 2013, alle ore 10.30 in Piazza dei Signori (Pd), presso La Loggia della Gran Guardia. All’ happening-bici-festazione “io autoriduco la bolletta dell’acqua, e tu? ”, il Comitato 2 SI per l’Acqua Bene Comune di Padova invita tutti a partecipare muniti di bicicletta, perché è in programma una biciclettata per le vie del centro, con sosta davanti al Comune ove consegneremo una petizione agli organismi consiliari, incontreremo la stampa etc.

Intanto venerdì 20 settembre, alle ore 14, un nutrito gruppo di acquaioli, muniti di striscioni, volantini e megafono, si è presentato davanti ai cancelli del Gruppo S. Paolo-IMI a Sarmeola di Rubano, in occasione dell'Assemblea costitutiva del Consiglio di Bacino Bacchiglione. Si è trattato di un appuntamento importante, che gli attivisti attendevano da tempo, non solo perché con l’elezione del nuovo organismo cessava la gestione commissariale dell'ex AATO ma, soprattutto, perché è stata l'occasione di "intercettare" i 140 (o, almeno la maggioranza dei) Sindaci dei Comuni soci, informarli degli ultimi sviluppi referendari, RICHIAMARLI alle loro RESPONSABILITA', nonchè renderli edotti su quanto, a breve (prossima Assemblea del Consiglio di Bacino), saranno chiamati ad esprimersi circa il metodo-truffa posto in essere dall'AEEG. Contro il quale, hanno ricordato loro gli attivisti, sono in dirittura di arrivo ben tre ricorsi al TAR Lombardia e, in caso di manifesta sua illegalità (come tutto lascia supporre), acquista concretezza la possibilità che gli Enti gestori siano costretti a rimborsare i cittadini-utenti anche per i periodi successivi a dicembre 2011.

Per la cronaca, raggiunto al foto finisch il numero legale (71 Sindaci), l’Assemblea si è chiusa con l’elezione di Alberto Neri (presidente) e Andrea Micalizzi e Fabio Ruffin quali membri del Comitato istituzionale del nuovo organismo.

Ovviamente li attendiamo alla prossima assemblea, alla quale i Comitati padovano e vicentino hanno da tempo chiesto di intervenire.

E ora avanti tutta con l’autoriduzione, vi attendiamo ai nostri sportelli!!

* del Comitato 2 SI per L’Acqua Bene Comune di Padova

acquabenecomunepd@gmail.com

Bookmark and Share

20.09.13 Padova - Iniziativa all'Ato per l'acqua bene comune