Fonte: Il Mattino.it 11.01.2011

Padova - Vacanze finite, riprende la protesta degli studenti universitari

Nelle facoltà dell'ateneo di Padova settimana di assemblee e riunioni contro la riforma Gelmini, che ormai è legge. Per le aule studio "Pollaio" e "Acquario", occupate dal 5 gennaio, oggi rinfresco propiziatorio confidando in un'intesa con il rettorato.

11 / 1 / 2011

Chiuso il capitolo vacanze natalizie gli studenti del Bo, ancor prima di tornare sui banchi in questo inizio 2011, ripartono alla carica con la protesta: in calendario questa settimana una fitta rete di assemblee e incontri per stabilire le nuove tappe della protesta anti-Gelmini. La riforma universitaria è legge, ma per il movimento «non finisce qui». 

Per i rappresentanti degli studenti, però, si è aperto un nuovo fronte «caldo»: la questione Pollaio ed Acquario, le due aule studio autogestite da trent'anni e occupate dal 5 gennaio, dopo un anno di «esilio» ai Paolotti. I ragazzi, che da una settimana si sono riappropriati del prefabbricato di via Marzolo, hanno indetto per oggi, dalle 12.30 alle 14.30, un «Rinfresco propiziatorio per Pollaio ed Acquario». 

Era l'11 gennaio 2010 quando, loro malgrado, hanno dovuto traslocare nella nuova sede, ma da sette giorni e sette notti si sono barricati nella loro vecchia «casa». Hanno deciso di fare dietro-front perché nella nuova struttura non è stata data loro la possibilità di ricreare il menage del Pollaio, nonostante le promesse del Bo: porte aperte per studiare fino all'1 di notte - festività comprese - disponibilità di uno spazio dove fare un break a base di caffè preparato in compagnia, cogestione della struttura con l'Ateneo. Ai Paolotti gli studenti non si sentivano più i padroni di casa, ma semplici ospiti, pure con troppe pretese. 

I rappresentanti degli studenti tenteranno la mediazione con i vertici dell'Università, da un lato per salvare una tradizione che dura da oltre trent'anni, dall'altro per evitare che il rettorato proceda con lo sgombero dei ragazzi dai locali di via Marzolo. L'evoluzione della Pollaio Story è anche on line, ovviamente su pollaio.org. 

Oltre al fronte aule studio, il movimento studentesco è pronto a scendere ancora nella trincea anti-Gelmini: domani, alle 15, assemblea d'ateneo al Liviano. Al grido di «Indietro non si torna, il futuro è qui e comincia adesso» i collettivi si riuniranno attorno allo stesso tavolo per discutere come «attuare una vera opposizione all'applicazione della legge Gelmini». 

L'indomani si replica: giovedì l'appuntamento è a Psicologia. Assemblea di facoltà nell'atrio della struttura universitaria di via Venezia 12 a partire dalle 15.30. A chiudere il momento di confronto tra studenti, uno «psicoaperitivo».

Bookmark and Share