Padova - Nuova assemblea contro la truffa della depurazione

Venerdì 21 marzo presso la Sala Polivalente Via S. Martino 26 organizzata dal Comitato Due Sì per l'acqua bene comune

17 / 3 / 2014

Nuova assemblea a Padova per la restituzione della quota della depurazione inserita in bolletta anche per chi non è allacciato alla rete fognaria.

Da febbraio il Comitato, impegnato nell'autoriduzione delle bollette per far rispettare il risultato referendario, ha lanciato una nuova iniziativa volta ha denunciare una vera e propria truffa. Agegas Aps, ora fusa in Hera, guarda caso non sta informando sulla dovuta restituzione della quota di bolletta che circa 5000 utenze hanno pagato e/o stanno pagando ancora illegittimimamente riferita alla depurazione.

Di fronte a questa inaccettabile situazione il Comitato ha svolto una prima affollata assemblea in uno dei quartieri interessato alla vicenda. Ampia la partecipazione e molte le lettere inviate per farsi restituire i soldi prelevati dalla bolletta.

Adeso il Comitato rilancia e per venerdì 21 marzo propone un nuovo momento assembleare in un'altra delle zone interessate presso la Sala Polivalente in Via S. Martino 26 a Voltabrusegana.

Forte il nesso tra la richiesta di rimborso sulla depurazione e l'autoriduzione delle bollette dell'acqua proprio perchè entrambe sono frutta della stessa logica: considerare l'acqua una merce da cui estrarre profitto, tartassando gli utenti.

La battaglia perchè il servizio idrico sia un bene comune fuori dalle logiche del mercato e delle speculazioni è l'orizzonte dentro il quale si inscrivono le mobilitazione del Comitato a partire dal protagonismo diretto dei cittadini visto che le varie istituzioni, gli Ato o sono silenti o sono complici dei gestori.

Per questo il Comitato invita tutti alla prossima assemblea e ad essere in piazza delle Erbe sabato 22 marzo, Giornata Mondiale dell'Acqua, alle ore 12.00 per rilanciare insieme ed in forma collettiva l'autoriduzione, la richiesta di rimborso e l'intera battaglia perchè l'acqua sia veramente un bene comune .

VOLANTINO DEL COMITATO DUE SI' PER L'ACQUA BENE COMUNE PADOVA

Venerdì 21 marzo 2014 ore 20.30

Sala Polivalente (Parrocchiale San Martino) Via S.Martino 26 - Voltabrusegana - Padova

INCONTRO PUBBLICO SU:

Restituzione della tariffa di depurazione delle acque reflue

Perché la fognatura di molte utenze non è allacciata al depuratore e dopo la sentenza della Corte Costituzionale n.335/2008 e il D.M. dell’Ambiente del 30/9/2009 si ha diritto al rimborso che dovrebbe concludersi entro il termine massimo di 5 anni (30/09/2014).

ACEGAS  SI  E’  GUARDATA  BENE  DALL’INFORMARCI

* Porta l’ultima bolletta dell’acqua per controllare se hai diritto al rimborso e, insieme all’Avv. d’Agostino, presente all’incontro, potrai fare istanza di rimborso (utile anche a fermare la prescrizione).  Controlla: solo da pochi mesi la quota di depurazione dovrebbe essere stata eliminata (mentre dovrebbe figurare nelle bollette più vecchie).

* Inoltre, se hai una bolletta-acqua in scadenza porta anche quella: potrai aderire subitoall’autoriduzione e risparmiare il 18,82% sul totale fatturato!!

   PUOI ANCHE RIVOLGERTI:

* ai nostri SPORTELLI:

ADL-COBAS - Viale Cavallotti, 2 (di fronte cinema Lux), il martedì orario dalle 17:30 alle 19:30 tel. 328.9254183328.9254183 (Alessandro) oppure 049.692171049.692171

ALTRAGRICOLTURA NORDEST - Corso Australia, 61 (di fianco al Gran teatro GEOX) Tutti i giorni da lunedì al venerdì, orario dalle12:30 alle15:00  tel. 049 7380554 – 049049 7380554 – 049 7380587

* ai nostri BANCHETTI (dalle ore 10,30 alle ore 12,45)

AL  SABATO   - mercato in Piazza delle Erbe, lato fontana  (tel. 349.3379300349.3379300 - Prato della Valle, ang. sottoportico Via Umberto I° (tel. 327.6157887327.6157887)

AL MERCOLEDÌ - mercato alla Guizza, piazzale Cuoco (tel. 334.7515209 - 346.7358255- 328.6334574)

PRESSO I QUALI  POTRAI:

1. compilare e firmare la  raccomandata a mano DOMANDA DI  RIMBORSO DEL CANONE DI DEPURAZIONE, se ne hai diritto (la porteremo noi ad ACEGAS come raccomandata a mano).

2- ADERIRE ALLA CAMPAGNA DI OBBEDIENZA CIVILE  (lo possono fare tutti)

A tal fine, basta venire con una bolletta dell’acqua in scadenza e da pagare. Così, potrai:

2.1 firmare la raccomandata a mano RECLAMO/ISTANZA DI RIMBORSO all’Acegasaps  con la quale metti in mora il gestore e chiedi di essere rimborsato per la componente tariffaria (“remunerazione del capitale investito”) versata in più su ogni bolletta a decorrere da luglio 2011, oltre ad avvisare che comincerai l’autoriduzione delle bollette;

2.2 compilare un nuovo Bollettino Postale, indirizzato ad ACEGASAPS (c/c n. 4366), con l'importo (come da ultima bolletta acqua in scadenza) autoridotto per la quota del 18,82% (quota pari alla remunerazione del capitale investito, che è ingiustamente addebitata, come sancito dal referendum, dalla Corte Costituzionale, dal Tar Toscana e dal Consiglio di Stato).

 ATTENZIONE:  se la bolletta è domiciliata in BANCA oppure in POSTA, devi  dare immediatamente la disdetta (bastano pochi minuti), per effettuare direttamente il pagamento autoridotto.

3. RICEVERE INFORMAZIONI TECNICHE E LEGALI.

Comitato Prov. 2 Si Acqua Bene Comune di Padova

PER  ULTERIORI  INFORMAZIONI

TEL.  GIANNI 327.6157887327.6157887 ALESSANDRO 328.9254183328.9254183. 

E-mail: acquabenecomunepd@gmail.com

www.acquabenecomune.org

PERCHE’  DOVREBBE RIMBORSARCI  QUANTO  HA  ILLEGITTIMAMENTE RISCOSSO NEGLI ULTIMI 10ANNI!

Campagna di Obbedienza Civile,

per attuare i referendum di giugno 2011 sull’acqua pubblica. Perché nonostante l’esito referendario abbia abrogato dal 1°c. dell’art.154 del D.lgs. 152/2006 il criterio dell’adeguata remunerazione del capitale investito, i gestori continuano (da quasi tre anni) a caricare in bolletta questa componente tariffaria (per Acegas 18,82%).

Bookmark and Share