Padova - Gli ex lavoratori della "Meccano" uniti contro la crisi

Presidio e conferenza stampa dell' Adl-Cobas Usb in prefettura e sotto il comune

7 / 10 / 2010

Questa mattina si è svolto un presidio comunicativo ed una conferenza stampa da parte degli ex lavoratori della "Meccano production srl" e dell' Adl-Cobas di Padova. La vicenda di questi lavoratori è emblematica di come nella crisi nulla accada a caso, e di come vi sia un legame sempre più netto tra le emergenze e i problemi che ogni giorno ci troviamo ad affrontare. Questi lavoratori, dopo il calo della produzione dell' azienda, ed il successivo fallimento della stessa a partire da marzo di quest' anno, sarebbero dovuti entrare in cassa integrazione straordinaria. Peccato che il decreto da parte del ministero del lavoro non sia mai arrivato.

Ad oggi, Ottobre 2010, questi lavoratori non hanno ricevuto niente a fine mese e si trovano in una situazione di precarietà assoluta, per loro e per le loro famiglie. E la responsabilità di chi è? L' Inps dice di non poter anticipare se non c'è il decreto, il curatore fallimentare non sa niente, le banche non anticipano perchè i lavoratori sono cattivi pagatori(!!!) e la palla rimbalza da una parte all' altra. Con buona pace dei lavoratori e delle loro famiglie. A questo si aggiunge il fatto che i ritardi nel pagamento della C.i.g.s. hanno portato ad avvisi ed esecuzioni di sfratto per morosità per alcuni lavoratori, e al blocco dell' erogazione dei servizi gas ed elettricità per altri.

Noi ritenamo che tutto questo sia inaccettabile. Per questo oggi abbiamo denunciato pubblicamente questa grave situazione ed abbiamo consegnato simbolicamente una lettera al prefetto perchè vi sia il blocco degli sfratti, sia per chi ha solo un avviso sia per chi ha già l' avviso esecutivo, e che vi sia una moratoria sugli sfratti ogni qualvolta si presentino situazioni del genere, valutando attentemente le situazioni soggettive. Abbiamo inoltre consegnato un altra lettera al Comune di Padova, in quanto azionista di maggioranza della società Agegas-Aps, affinchè vi sia l' immediato riallaccio della fornitura gas a chi è stato staccato, e una valutazione caso per caso delle scelte da oggi in poi.

Naturalmete chiediamo al prefetto di sollecitare il più possibile l' arrivo del decreto a livello governativo perchè venga al più presto risolta questa gravissima situazione.

Lottiamo uniti contro la crisi collegando i problemi del lavoro e del reddito accanto a quelli della casa e dell' accesso ai servizi.

Links Utili:

Bookmark and Share

Gallery