Ora basta! Ennesima aggressione fascista a Treviso

17 / 8 / 2015

Ennesimo episodio di violenza, nella notte tra il 14 e il 15 agosto, che vede coinvolti i soliti noti esponenti di Forza Nuova, questa volta in dieci ad accanirsi su di un giovane attivista del collettivo ZTL . A prestargli soccorso, ancor prima dei gestori del locale in cui sono avvenuti i fatti, è una ragazza, studentessa liceale di soli diciotto anni del Coordinamento Studentesco. Ma gli aggressori non si trattengono di fronte alla giovane età e sesso della nostra compagna e la coinvolgono nel brutale pestaggio. 

A fronte di quanto accaduto la prima analisi di stampa è quella di circoscrivere l'episodio a uno dei tanti che coinvolgono i giovani esponenti di fazioni politiche antagoniste. Dopo simili e reiterati episodi di violenza, sopratutto ai danni di cittadini non facenti parte di realtà politiche alcune, possiamo solo concludere come i soliti noti agiscano per puro ludibrio personale e per l'immunità loro garantita grazie alla complicità e alla negligenza delle Istituzioni. Pertanto il voler ricondurre l'episodio ad un'ipotetica "guerra tra bande", si dimostra soltanto come l'ennesimo tentativo mal riuscito da parte delle istituzioni di nascondere la propria inettitudine nella gestione della sicurezza in città, preferendo una sporca guerra mediatica a soluzioni vere e funzionali. 

Intanto i veri colpevoli agiscono e continuano il loro operato contro la cittadinanza.

Si configura pertanto, dalla complicità tra le istituzioni ed i fascisti di Forza Nuova, l'impossibilità di vivere la città e il suo centro storico. 

A questi, quindi, che credono che minoranze etniche, immigrati e omosessuali siano i problemi che affliggono la società contemporanea, promuovendo di conseguenza una campagna mediatica di oppressione, sopraffazione, posizioni antidemocratiche e razzismo, rispondiamo che la città vivrà realmente tranquilla quando loro saranno puniti giustamente per le loro violente azioni.

Solidarietà a tutti gli aggrediti dagli esponenti di organizzazioni neofasciste e neonaziste.

Coordinamento Studenti Medi di Treviso 

Bookmark and Share