Nogara (VR)- I lavoratori della Coca Cola salgono sul tetto dello stabilimento; basta al caporalato

Dopo una lunga giornata di sciopero arriva la convocazione di un tavolo di trattativa

23 / 4 / 2013

Oggi è stata una grande giornata di mobilitazione dei lavoratori della Coca Cola iscritti all'ADL Cobas a Nogara in provincia di Verona. Infatti da questa mattina una quarantina di persone hanno deciso di cominciare uno sciopero per chiedere l'allontanamento del caporale che governa i lavoratori per conto della cooperativa “La Sorgente” la quale gestisce l'appalto della logistica all'interno dello stabilimento. Questo personaggio è stato denunciato da cinque coraggiosi lavoratori perchè si faceva pagare per assumere gente utilizzando metodi chiaramente mafiosi. Inoltre una decina di lavoratori più sindacalizzati e combattivi sono stati sospesi con motivazioni totalmente inesistenti. Per questi motivi oggi, mentre una parte di operai bloccava i carrelli elevatori impedendo di fatto il carico e lo scarico delle merci l'altra parte presidiava con bandiere e striscioni l'esterno del magazzino. Alle tre del pomeriggio circa sei lavoratori della cooperativa sono saliti sul tetto dello stabilimento della Coca Cola decisi a restare fino a che i lavoratori sospesi non sarebbero stati reintegrati. Nel frattempo i loro colleghi stavano presidiando i cancelli impedendo ai camion di entrare e di fatto bloccando la produzione. Vista la determinazione dei lavoratori a proseguire la lotta ad oltranza, in serata la dirigenza della multinazionale ha convocato per il 2 maggio un tavolo di trattativa e si è detta disposta ad accettare tutte le richieste. La giornata di oggi ha dimostrato che solo attraverso la lotta è possibile ottenere risultati concreti e portare a casa la vittoria.

Bookmark and Share

Verona- Lavoratori Coca Cola in sciopero

Nogara (VR)- Intervista Khaled, ADL Cobas Verona