No Triv - Il corteo a difesa del mare

Grandissima giornata di mobilitazione oggi a Lanciano che ha visto la partecipazione di circa 60.000 persone contro le trivelle in mare

23 / 5 / 2015

C’è fermento in Abruzzo attorno alla questione delle trivellazioni per la ricerca e l’estrazione degli idrocarburi, ed in particolare sul progetto Ombrina Mare 2; una piattaforma che sorgerà a 6 km dalla Costa dei Trabocchi (zona di San Vito Chietino)ed è estesa 35×24 metri, alta 43,50 metri sul livello medio marino (come un palazzo di 10 piani!), per poi essere collegata a 4-6 pozzi che dovrebbero essere perforati in un periodo di avvio del progetto della durata di 6-9 mesi. Solo in questa fase verrebbero prodotti 14.258,44 tonnellate di rifiuti, soprattutto fanghi di perforazione.

La lotta ad Ombrina mare, alle trivellazioni e, in generale, alle grandi opere, si inserisce dentro diversi percorsi già attivi come lo Sblocca Italia e più in generale la questione di Ombrina e delle trivellazioni circola anche all'interno delle discussioni sui cambiamenti climatici.

L'ultimo aggiornamento con il commento dei promotori della giornata di mobilitazione contro le trivelle in mare:

Corteo immenso a Lanciano, in 60.000 contro le trivelle per salvare l'Adriatico. Il Governo blocchi Ombrina e gli altri progetti petroliferi.

Un corteo incredibile e commovente, un atto di popolo contro la deriva petrolifera e per salvare l'Adriatico.

Una manifestazione ancora più imponente di quella di Pescara di due anni fa che portò in piazza 40.000 persone. Una scommessa vinta dagli organizzatori che hanno scelto Lanciano, un centro molto più piccolo, come sede della manifestazione.

Quarantamila persone e 482 adesioni di comitati, associazioni ed enti, molte provenienti anche da altre regioni, per una manifestazione di carattere nazionale. Comitati da tutta Italia che stanno lavorando insieme per fermare le politiche del Governo Renzi.

Il coordinamento ringrazia i partecipanti e le migliaia di persone che in questo mese hanno collaborato a questa iniziativa, da chi ha condiviso una foto sui social a chi è stato impegnato nell'organizzazione, dal Comune di Lanciano, medaglia d'oro per la Resistenza, che si è attivato per questa nuova forma di lotta, per l'ambiente salubre e l'economia diffusa del turismo e dell'agroalimentare, agli altri enti, comitati ed associazioni.

Domani a Pescara vi sarà l'assemblea nazionale Blocca lo Sblocca Italia, dove i comitati da tutta Italia decideranno assieme le prossime iniziative per salvare il nostro Belpaese.

Aggiornamento ore 17.45 - La pioggia non ferma il corteo che prosegue determinato per le strade di Lanciano fino ad arrivare alla piazza dove si stanno susseguendo numerosi interventi dal palco.

Aggiornamento ore 17.00 - Serrata dei negozi a Lanciano in solidarietà alla manifestazione. Oggi l'Abruzzo è No Ombrina! "La manifestazione di oggi è la fossa di Ombrina Mare" questo il commento del Coordinamento No Ombrina "la partecipazione del corteo di oggi dimostra che l'Abruzzo non vuole multinazionali del petrolio a devastare il territorio e il mare".

Aggiornamento ore 16:30 - Migliaia tra cittadini, studenti e comitati abruzzesi oggi per le strade di Lanciano a ribadire la loro contrarietà al progetto Ombrina. Moltissimi e rumorosi gli studenti in piazza in difesa del loro territorio al grido "giù le mani dal nostro mare". 

Anche gonfaloni e amministratori locali in fascia tricolore per difendere il territorio da speculazione e devastazione ambientale.

Delegazioni dai comitati territoriali StopBiocidio della Campania e del Lazio, NoTav di Vicenza, NoGrandiNavi di Venezia, Comitato 3e32de L'Aquila.

Bookmark and Share

Lanciano - Immagini dal web

Lanciano - Immagini dal corteo

Lanciano - Voci dal Corteo