Napoli - Assemblea Nazionale studenti medi 7-8-9 Dicembre

26 / 11 / 2009

In rapporto ai nuovi provvedimenti in materia di scuola da parte del governo e dell'ormai consueta assenza in sede istituzionale degli studenti, riteniamo che un momento fondamentale di passaggio e di rilancio condiviso delle proteste debba essere un'assemblea che tenda ad una riflessione di autoriforma dell'istruzione superiore e universitaria.
I tre giorni di assemblea a Napoli sono per noi uno snodo chiave per lo sviluppo di questa protesta che ha già mostrato una dimensione coordinata e nazionale.
La discussione crediamo debba sfruttare le esperienze delle varie realtà cittadine e nazionali per produrre un piano condiviso e portare avanti la protesta nella maniera più costruttiva possibile, far si che la mobilitazione non muoia col finire dell'autunno caldo ma che questo mese e mezzo di agitazione che è stato portato avanti sia solo la base per una struttura di protesta duratura e rinnovabile.
L'importanza di questo momento assembleare risiede nel desiderio di creare una base per un sistema scuola e società alternativa, che debba essere presa in considerazione dai governi che saranno incaricati di riformare l'istruzione pubblica e i quali dovranno prendere atto di una realtà scolastica in forte evoluzione con bisogni che non possono essere certo sanati attraverso tagli e privatizzazioni alcune.
L'assemblea avrà come tema principale anche la critica dell'intero sistema di welfare italiano che ormai è sempre più lontano dai principi sanciti dall'articolo 3 della costituzione.
I recenti avvenimenti nella città di Napoli, relativi all'insediamento in un quartiere storicamente Antifascista di Casapound con un occupazione di uno stabile comunale, hanno anche risvegliato nella città un sentimento di Antifascismo che già da tempo era una realtà importante all'interno del movimento; se la crisi ha aiutato lo sviluppo di ideologie di fascismo, razzismo e sessismo è nostro preciso compito sviluppare un programma di sensibilizzazione che ricordi a tutti che senza memoria storica non esiste nessuna possibilità di costruire un futuro.
Abbiamo organizzato questo momento che coinciderà con il picco delle occupazioni nella citta di Napoli, per dimostrare come il movimento non possa essere sottoposto a controllo o repressione, la miscela di strumenti di oppressione che questo governo ha messo in campo limitano le libertà sancite in un normale sistema democratico (le ennesime cariche ingiustificate ai danni dei compagni di Milano e Torino, tanto per citarne alcune), per questo tutte le scuole di Napoli aderiranno alla manifestazione cittadina del 4 contro tutte le forme di repressione.
L'11 dicembre è stato indetto a livello nazionale uno sciopero dei lavoratori della conoscenza, al quale parteciperano ricercatori, studenti universitari e medi in linea con il progetto di protestra deciso all'interno dell'assemblea nazionale della Sapienza di Roma del 20 Novembre; questa data è quindi per noi un momento importante per la costruzione di un opposizione netta e coesa ai processi di smantellamento del mondo della formazione.
Sia la data dell'11 che le lotte che dovrebbero nascere nella prossima primavera (momento in cui il ddl Gelmini dovrebbe arrivare in discussione in parlamento) meritano un momento di discussione e di confronto all'interno del mondo della scuola.
Sentiamo la necessità di costruire dei percorsi autonomi e indipendenti che sappiano cogliere gli aspetti pregnanti delle mobilitazioni (cortei, autogestioni, occupazioni ) che in tutta italia ancora una volta hanno caratterizzato l'autunno.
Abbiamo deciso di organizzare l'assemblea a Napoli per rilanciare il ruolo del meridione che, così abbandonato dalle politiche governative, deve necessariamente essere valorizzato dalle politiche studentesche.

QUINDI CONVOCHIAMO TUTTI GLI STUDENTI MEDI DI OGNI CITTA' A PARTECIPARE AL CICLO DI ASSEMBLEE DEL 7-8-9 DICEMBRE A NAPOLI.

INVITIAMO TUTTE LE REALTA' STUDENTESCHE AD ADERIRE ALLA GIORNATA DI LOTTA DEL 2 DICEMBRE (convocata durante l'assemblea della Sapienza del 20 Novembre)

PROGRAMMA ASSEMBLEA NAZIONALE STUDENTI MEDI
LUNEDI 7/12
Ore 15.00:assemblea plenaria(tema=analisi provvedimenti legislativi in materia di pubblica istruzione ed analisi movimento studentesco)
Ore 18.00:pausa
Ore 18.30:assemblea plenaria(tema=repressione dei movimenti studenteschi)
Ore 21.30:cena sociale

MARTEDI 8/12
Ore 11.00:assemblea plenaria(tema=welfare e mondo del lavoro)
Ore 14.00:pranzo sociale
Ore 15.00:assemblea plenaria(tema=autoriforma)
Ore 18.00:pausa
Ore 18.30:assemblea plenaria(tema=elaborazione forme di mobilitazione future)
Ore 21.30:cena sociale

MERCOLEDI 9/12
Ore 10.00:elaborazione finale dati assemblea
Ore 12.30:assemblea pubblica in piazza del Gesù nuovo


Le assemblee si terranno presso il liceo classico Giovan Battista Vico(via Salvator Rosa 117)raggiungibile tramite:
-Metropolitana Linea 1 (fermata S. Rosa)
-Linea autobus R1 nei due sensi di marcia(rispettivamente dal centro storico e dal quartiere Vomero-Arenella)
-Linee autobus C 16 , C47 e C34

Le delegazioni avranno possibilità di alloggiare presso le scuola occupate, che sono:
-Liceo A.Genovesi
-Liceo F.Sbordone
-Liceo Fonseca
-Liceo G.B. Vico
-Liceo Margherita Di Savoia
-ISIS di Quarto(Na)

Le delegazioni inoltre all’ arrivo verranno accolte all’ ingresso della stazioni Napoli Centrale(piazza Garibaldi) da un gruppo di studenti del coordinamento napoletano.

PER INFORMAZIONI
MARIO -----3661741599
ANTONIO ---3313945892

Martedi 24 Novembre 2009 -Napoli.

Bookmark and Share

Eventi

7/12/2009 > 9/12/2009