Presentazione del libro-inchiesta edito da DeriveApprodi "Nuova Panda: schiavi in mano".

Modello Fiat? Schiavi in mano!

Mercoledì 26 Gennaio 2011 alle ore 20 presso il centro sociale Astra19 al Tufello, verso lo sciopero del 28 gennaio.

22 / 1 / 2011

 Il libro
La ristrutturazione del sito produttivo della Fiat a Pomigliano d’Arco costituisce un importante «laboratorio» per la riorganizzazione della produzione e del lavoro e soprattutto per la forma delle relazioni industriali. Qui l'impresa è all'opera per completare il processo di integrazione della forza lavoro nel regime di dominio del capitale. A beneficiarne direttamente sarà la multinazionale sul piano globale; avrà un’enorme rilevanza negli altri settori produttivi non necessariamente manifatturieri. I dispositivi dello sfruttamento del lavoro sono destinati a intensificarsi, dentro e fuori la fabbrica. Dentro e oltre la crisi globale. Questa è sinteticamente la tesi sostenuta dagli autori del libro. Una storia di trasformazione produttiva vista dal lato del lavoro e delle sue possibili forme di organizzazione.
Ma obiettivo del libro è anche svelare il potente intreccio costituito dalla rappresentazione dei fatti avvenuta sui principali media nazionali; il ruolo giocato dalle attuali forze di governo; il vuoto di analisi dei maggiori partiti del centro-sinistra; le debolezze interpretative gravi del livello confederale della stessa Cgil. Perché l’esempio di Pomigliano è destinato a diventare la pietra miliare del nuovo livello di sfruttamento imposto alla classe operaia dei paesi ricchi e della rinuncia ad alcuni diritti, fondamentali anche per la sfera della cittadinanza.

DeriveApprodi

Centro per la riforma dello stato

Bookmark and Share