Mestre - Carrefour di Marcon: il ricatto non ha funzionato!

Firmato l'accordo anche senza il 95%

Utente: chicca
4 / 5 / 2013

CARREFOUR DI MARCON: IL RICATTO NON HA FUNZIONATO! FIRMATO L’ACCORDO ANCHE SENZA IL 95%

PER IL RICONOSCIMENTO DELLA DEMOCRAZIA SINDACALE

Le mobilitazioni dei giorni scorsi dei lavoratori e delle lavoratrici della Carrefour di Marcon hanno ottenuto un primo risultato: la parte economica del Contratto Integrativo Aziendale (circa 50 euro lordi al mese) è stata mantenuta anche senza l’adesione del 95% dei lavoratori come pretendeva l’Azienda!Adesso tutti hanno potuto verificare che quella soglia assurda del 95%, accettata anche dai delegati sindacali, era solo uno spauracchio, una minaccia per piegare i ritmi di vita delle persone alla volontà aziendale. Ancora una volta abbiamo dimostrato che è giusto rivendicare la sacrosanta libertà di scelta e non cedere ai ricatti!Fanno quasi sorridere CGIL CISL e UIL che in Azienda ammettono che la disponibilità ottenuta è meno dell’85% mentre alla stampa parlano di 95% e di “volontarietà” del lavoro domenicale.Crediamo che sia necessario invece aprire una vertenza per garantire la libera scelta dei lavoratori e, come previsto dal CCNL di categoria, estendere le figure escluse di diritto dal lavoro domenicale. Adesso solo chi ha figli di meno di 3 anni e chi assiste congiunti conviventi invalidi è escluso di diritto. Vogliamo che come minimo sia escluso di diritto anche:•    chi ha figli almeno fino a 6 anni,•    chi è riconosciuto invalido o assiste congiunti invalidi anche non conviventi,•    chi ha il partner che già lavora di domenica.Adesso si apre anche la trattativa per i contratti di solidarietà e dobbiamo dire subito che non accetteremo ulteriori indebite pressioni aziendali: vogliamo la garanzia che il lavoro domenicale possa essere fatto solo in estensione rispetto all’orario previsto dai Contratti di Solidarietà.E’ necessario che al più presto venga presentata la bozza per l’accordo e che sia sottoposta in modo chiaro, trasparente e democratico al giudizio ed all’approvazione dei lavoratori stessi.Infine, poiché nonostante le nostre ripetute richieste non siamo ancora stati convocati dall’Azienda, chiediamo che venga rispettato il diritto di ciascun lavoratore di associarsi liberamente a qualsiasi Organizzazione Sindacale.

I lavoratori iscritti ad ADL COBAS e tutti quelli che non hanno firmato la disponibilità al lavoro domenicale HANNO DIRITTO DI PARTECIPARE ALLE DISCUSSIONI ED ALLE TRATTATIVE.

Lavoratori Carrefour - ADL COBAS

Bookmark and Share