Mestre-17 novembre.Occupiamo il presente per conquistare il futuro!

Duemila studenti hanno occupato le strade di Mestre rivendicando il diritto allo studio e al dissenso

17 / 11 / 2011

Oggi circa duemila studenti hanno manifestato per le vie di Mestre nella giornata di mobilitazione promossa dal Coordinamento studenti medi Venezia Mestre.

Una giornata iniziata con tre cortei spontanei partiti dai principali poli scolastici della città che hanno bloccato il traffico e attraversato le principali arterie cittadine. Un quarto spezzone, composto da più di trecento studenti dalle scuole di Venezia ,per raggiungere la terraferma, ha rivendicato il diritto alla mobilità, occupando i treni e viaggiando gratuitamente fino a Mestre.

Il corteo di oggi, promosso in occasione della giornata internazionale del diritto allo studio, è stata la prima grande giornata di mobilitazione degli studenti delle scuole superiori della città contro le politiche di austerity, tagli e privatizzazioni volute dalla Bce ed annunciate dal governo Monti.

Il corteo una volta formatosi è partito dal centro di Mestre, aperto dal book block, ha prima deviato dal percorso ufficiale andando a bloccare il traffico sulla rampa della Vempa da dove parte l' imbocco della tangenziale, poi ritornando verso il centro ha deciso di proseguire fino al liceo scientifico Giordano Bruno per contestare la preside,  che i giorni scorsi ha fatto intervenire la polizia per impedire l' occupazione della scuola.

Di fronte al liceo chiuso e militarizzato da poliziotti in assetto antisommossa, tantissimi studenti hanno  circondato la scuola  lanciando  slogan e cori contro la preside e lanciando da subito i prossimi appuntamenti del coordinamento studentesco.

Bookmark and Share