Il "fallimento" di Cop15

Intervista a Beppe Caccia

19 / 12 / 2009

La conclusione di Cop 15 viene presentata come un fallimento, in realtà è l'immagine delle attuali contraddizioni globali e del peso dei nuovi attori continentali.

Dietro Cop 15 gli scenari e il ruolo di Cina in primis, India, Brasile e Sudafrica come attori centrali nel tempo della crisi e la posizione americana.

Cop 15 si rappresenta come fallimento di una  rappresentazione irenica ed utopica di una governance multipolare e aperta.

Un approfondimento sull'accordo approvato, al cui interno non c'è nessun limite, nessun impegno.

Le giornate di Copenhagen spazzano via l'illusione che sulla scelta della "green economy" non ci siano contraddizioni.

Bookmark and Share

Playlist