Il #3D tutt* sotto al Senato: sfiduciamo dal basso il governo Renzi ed il Jobs Act

1 / 12 / 2014

Mercoledì 3 dicembre verrà discussa, con un voto di fiducia, l'approvazione del jobs act in Senato. Durante l'assemblea nazionale dei laboratori dello sciopero sociale è stata lanciata una giornata di mobilitazione sotto al Senato, per produrre un meccanismo di assedio e di sfiducia dal basso al governo Renzi.

Alla mobilitazione parteciperanno anche centri sociali e realtà di base di tutto il Paese, che costruiranno in quella giornata una convergenza verso Roma o iniziative territoriali.

Il 3 dicembre rappresenta solamente l'inizio di un processo di opposizione sociale e di contrasto radicale alle politiche neoliberiste portate avanti dal governo Renzi, che ha nella costruzione autonoma dello sciopero generale del 12 dicembre un altro importante passaggio.

Info e partenze:

·         da Trento csabruno@gmail.com

·         da Vicenza e Schio

·         da Venezia e Mestre info@rivoltapvc.org

·         da Padova

·         da Treviso

·         dalle Marche info@glomeda.org

·         da Bologna tpo@gmail.com

L'appello dell'assemblea nazionale dei Laboratori dello Sciopero sociale per fermare l'approvazione del Jobs Act. Mercoledì 3 dicembre tutti a Roma sotto il Senato!

L’assemblea nazionale dei Laboratori dello sciopero sociale, tenutasi a Napoli il 30 novembre a cui hanno partecipato più di 300 tra precari, studenti e sindacati di base, chiama alla mobilitazione sotto il Senato contro l’approvazione del Jobs Act. Il governo Renzi con un’ulteriore forzatura democratica e costituzionale accelera ancora il percorso di approvazione della legge delega e valuta l’ipotesi di blindarla col voto di fiducia. Segnali di un processo totalmente autoritario ed eterodiretto dalla BCE e dalla Troika. Ma anche il tentativo di depistare e disinnescare il protagonismo di centinaia di migliaia di precarie e di precari che hanno dimostrato la propria opposizione a questo progetto nella giornata dello sciopero sociale del 14 novembre come nelle piazze e negli scioperi che stanno attraversando il paese. Chi vuole ipotecare la nostra vita e il nostro futuro non ci troverà in silenzio!

Facciamo appello alle sensibilità democratiche che ancora r/esistono nel Senato della Repubblica a tradurre le parole in fatti facendo ostruzionismo e opposizione in ogni modo all’approvazione della legge. Ai precari, agli studenti, ai soggetti collettivi che hanno animato a Roma l’opposizione al Jobs Act diamo appuntamento mercoledì 3 dicembre alle 10.00 metro Colosseo. Dalle 11.30 convergenza nazionale #StopJobsAct presso piazza Sant’Andrea della Valle: circondiamo il Senato, portiamo la voce e la rabbia del paese reale che non abbassa la testa di fronte alla dittatura finanziaria. Il nostro tempo è adesso!

Laboratorio nazionale dello sciopero sociale

Bookmark and Share