Gli aquilani non perdonano

29 / 8 / 2010

Pochi minuti prima della partenza del corteo della Perdonanza, all’inizio di Corso Federico II, alcuni cittadini hanno esposto striscioni per esprimere dissenso verso la partecipazione di Gianni Letta. L’Aquila non può dimenticare le responsabilità del Sottosegretario nel favorire la nascita del consorzio Federico II, ad oggi oggetto di inchiesta giudiziaria. Come non possiamo dimenticare le promesse disattese nella risoluzione del problema delle tasse. Oggi i terremotati e le aziende del cratere sono tornati a pagare le imposte e nessuna misura di tutela dei cittadini nei confronti di banche, enti previdenziali ed Equitalia è stata prevista dal Governo.

Il Sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, negli scorsi giorni aveva rilasciato una dichiarazione in cui esprimeva soddisfazione per la visita di Gianni Letta, sicuro che anche gli aquilani avrebbero gradito. Il nostro sindaco evidentemente si illudeva.Ancora una volta i cittadini hanno voluto sottrarsi al suo doppio gioco.

Al momento di esporre gli striscioni “Cialente vergogna, Molinari vergogna, Letta vidi de jttene” e  “Il gran rifiuto della cricca”,  i cittadini sono stati aggrediti dalle forze di polizia e da agenti in borghese che hanno tentato di strapparli dalle mani, provocando tensione in una civile espressione di dissenso.

Molti cittadini che assistevano al corteo sono intervenuti a sostegno dei manifestanti al grido di “vergogna” contro l’ennessimo tentativo di censura.

Al passaggio del Sottosegretario che apriva il corteo in tantissimi hanno urlato “alle 3e32 io non ridevo” abbassando immediatamente dopo gli striscioni per rispetto delle celebrazioni della Perdonanza Celestiniana e applaudendo i vigili del fuoco che sostenevano il feretro di Celestino.

Un altro momento di contestazione è avvenuta alla fine della sfilata al passaggio del Sindaco che ha perso un’altra occasione per schierarsi dalla parte della sua gente.

Alla fine del corteo alcuni cittadini si sono accodati con le carriole, simbolo di resistenza, di lavoro comunitario e di partecipazione.

Tratto da:

Bookmark and Share

Il gran rifiuto della cricca


Warning: Illegal string offset 'id' in /home/clients/04268b49c6b316c7649b7990a1a641a4/sites/www.globalproject.info/htdocs/data/finn_core/fields/media/webVideoProviders/youtube.php on line 51

Warning: Illegal string offset 'fullurl' in /home/clients/04268b49c6b316c7649b7990a1a641a4/sites/www.globalproject.info/htdocs/data/finn_core/fields/media/webVideoProviders/youtube.php on line 51

Warning: Illegal string offset 'fullurl' in /home/clients/04268b49c6b316c7649b7990a1a641a4/sites/www.globalproject.info/htdocs/data/finn_core/fields/media/webVideoProviders/youtube.php on line 56