Centro riciclo di Vedelago: oggi sciopero dell’intera giornata contro i licenziamenti

Comunicato ADL Cobas Treviso

24 / 9 / 2012

Questa mattina dalle 6.00 i lavoratori del Centro Riciclo di Vedelago hanno incrociato le braccia per chiedere il ritiro dei 15 licenziamenti annunciati dall’Azienda. Lo sciopero è stato proclamato per l’intera giornata e l’adesione è stata totale da parte dei 31 addetti del reparto selezione che costituiscono la grandissima maggioranza dei dipendenti.

I macchinari sono completamente fermi ed i lavoratori hanno presidiato i cancelli per tutta la mattinata, bloccando anche per diverso tempo l’ingresso degli automezzi.

Si tratta di una prima mobilitazione dei lavoratori che chiedono che l’Azienda voglia recedere dalla sua decisione di mettere in strada la metà degli operai ed avviare un percorso condiviso che preveda il ricorso agli ammortizzatori sociali e l’apertura di una trattativa vera che consenta di affrontare in modo efficace lo stato di crisi.

Di fronte alla partecipata e democratica iniziativa dei lavoratori ci tocca purtroppo segnalare che anche nella mattinata di oggi abbiamo dovuto assistere alle provocazioni di un autista, chiamato dall’Azienda, che ha tentato di forzare il presidio rischiando di investire i lavoratori.

Quella di oggi è stata una giornata molto importante in cui i lavoratori in modo compatto ed unitario hanno aderito allo sciopero e sono stati davanti ai cancelli a ribadire le loro ragioni.

Nella stessa mattinata di oggi l’ADL COBAS ha inviato inoltre la richiesta alla Provincia di Treviso affinchè convochi la parti, Azienda e lavoratori, per esperire un ulteriore tentativo di mediazione.

La richiesta principale rimane quella del ritiro dei licenziamenti e dell’avvio di una vera trattativa, ricorrendo agli ammortizzatori sociali. E’ inaccettabile che un’Azienda, soprattutto se così nota per il lavoro sul riciclo dei rifiuti, tratti i lavoratori come oggetti da buttare in discarica dall’oggi al domani senza curarsi delle conseguenze di questo gesto e senza prima ricercare soluzioni condivise.

ADL COBAS TREVISO

Bookmark and Share