Casa, scuola e diritti per tutt* : difendiamo i nostri quartieri dalle provocazioni fasciste!

9 / 4 / 2011

Martedì scorso i fascisti di casa pound hanno provato a sottrarre all’uso pubblico la scuola “Parini” di Montesacro, che a breve riaprirà i battenti dopo importanti lavori di ristrutturazione attesi da tanti anni dai cittadini del quartiere. La mobilitazione dei democratici e degli antifascisti ha costretto alla ritirata gli amicidi Alemanno, scortati dalla polizia.

Il giorno dopo, però, non contenti della figuraccia, hanno occupato in sordina un ex palazzo dell'Enel a via Val D'Ala, incrocio via Prati Fiscali, a due passi dalla Salaria. Questa organizzazione, dichiaratamente fascista, prova ancora ad insediarsi nel Municipio IV (seppur in una zona decentrata), per costruire una presenza stabile da cui far partire le provocazioni e le violenze già conosciute nel resto della città.

Tutto questo avviene con il consenso e la copertura politica del Pdl in Comune e in IV municipio (con il silenzio/assenso del presidente Bonelli), che prefigura un accordo vergognoso con i fascisti: libertà di manovra politica in cambio di una finta “opposizione sociale” che provi a contrastare la presenza, le lotte, le rivendicazioni di chi davvero – comitati, associazioni, movimenti - affronta i problemi dei nostri quartieri: speculazione immobiliare, sfratti, precarietà, devastazione del territorio, tagli alla cultura e al welfare. Casa pound, non a caso, è una forza organica al blocco di potere della città, percependo finanziamenti e sponsorizzazioni pubbliche.

Ma cosa ci si può aspettare dalla giunta Alemanno? Cosa ci si può aspettare dalla giunta degli scandali, delle cricche, della corruzione, delle lottizzazioni in Atac e Acea assicurate ad exterroristi neri e naziskin? Questa città ogni giorno di più paga una crisi sociale devastante, a fronte della quale il sindaco straparla di megaprogetti inutili (come la buffonata della Formula 1 all’Eur) o dannosi, come il prolungamento della Metro B1 a Bufalotta che serve solo a regalare aree e soldi ai costruttori privati.

Infine, risulta indecente parte di questi figuri la strumentalizzazione del problema abitativo, problema grave e reale in questa città e che i movimenti di lotta per la casa affrontano dadecenni proponendo risposte vere e concrete per migliaia di persone. La realtà è che casa pound a via Val d’Ala, utilizza veri e propri “scudi umani”, per mettere in piedi una operazione politica di concerto con il Pdl.

I nostalgici di casa pound non rappresentano un’associazione qualunque: sono quelli della provocazione di Piazza Navona contro gli studenti, delle aggressioni davanti le scuole e le facoltà, del razzismo, del sostegno a noti assassini nazisti. Non si tratta di una “guerra tra bande”, ma di difendere i nostri quartieri dalla violenza, dall’odio e dall’ignoranza di chi vuole far tornare indietro l’orologio della storia.

Horus Project – Centro sociale Astra 19 - Laboratorio dell’altra città IV – Ccp Tufello – Comitato di quartiere Vigne Nuove - Anpi IV –  Comitato Primo maggio – Fabbrica Roma – Pd IV – Sel IV – Rifondazione comunista IV – Sinistra critica IV

Bookmark and Share

Gallery