Cariche e scontri alla manifestazione contro la Leopolda del Sì

5 / 11 / 2016

Dopo lo scandaloso divieto di manifestare imposto dalla questura di Firenze al corteo di oggi , che ieri lo aveva proibito autorizzando solo un presidio in piazza Santissima Annunziata, i movimenti e i comitati territoriali si sono ritrovati comunque in Piazza San Marco per rivendicare il proprio diritto a manifestare le ragioni del NO e portare la propria voce fin sotto la Leopolda, dove Renzi e diversi esponenti e sostenitori del Partito Democratico proseguivano l'annuale kermesse fiorentina.

I manifestanti - arrivati da diverse parti d'Italia - si sono trovati comunque in piazza S. Marco rendendo immediatamente chiaro che il tentativo di impedire spazi di espressione e partecipazione non sarebbe caduto nel silenzio: tante le persone che sono determinate ad esprimere il proprio dissenso all'operato del Governo Renzi e a gridare a gran voce il No sociale rispetto alla riforma costituzionale proposta.

Alle 16.00 il corteo ha tentato di muoversi in direzione centro storico e Leopolda ed è stato caricato brutalmente dall'enorme schieramento di forze dell'ordine che li circondava, polizia che si è comportata come la guardia privata di Renzi, assumendosi la responsabilità politica di mettere a tacere il dissenso per conto del premier.

Dopo le due cariche, in cui sono stati fermati due manifestanti, la polizia ha cercato di disperdere i manifestanti con un fitto lancio di lacrimogeni, ma il corteo è riuscito comunque a ricompattarsi dirigendosi verso piazza D'Azeglio e si è fermato in piazza Beccaria.

Continui interventi dal camion per chiedere a gran voce il rilascio dei due fermati. Nonostante tutti i divieti e la repressione, gli attivisti e le attiviste di decine di città italiane che sono scesi oggi in piazza non si fermeranno qui. Scenderanno di nuovo in piazza il 27 Novembre a Roma per ribadire il NO al Governo Renzi ed alla riforma costituzionale.

La cronaca della giornata:

17.32 - Il corteo si è spostato vicino la sede del quotidiano "La Nazione" dove si susseguono interventi e la richiesta di rilasciare i 2 fermati dopo le violente cariche del pomeriggio.

17.08 - Il corteo cerca di avanzare ma la strada viene sbarrata dalla polizia che lo costringe a deviare. 

16.46 - La polizia carica per due volte i manifestanti che provavano a muoversi da piazza San Marco lanciando lacrimogeni anche in mezzo al corteo dalle vie laterali. Si parla di almeno una persona in stato di fermo. Intanto i manifestanti si trovano circondati dalle forze dell'ordine anche nelle strade laterali.

Bookmark and Share

Intervento di Fabio (centri sociali Nord-Est)

Intervento di Nicola (Centri Sociali delle Marche)

Intervento di Ciro (Insurgencia)

Firenze dice No

Intervento di Marta (No Grandi Navi)