Burgos - La lotta blocca il progetto del "bulevard" a Gamonal

La mobilitazione continua per la libertà degli arrestati durante gli scontri del 10 gennaio

19 / 1 / 2014

La mobilitazione dei cittadini ha dato i suoi frutti: venerdì scorso il sindaco ha annunciato la sospensione definitiva dei lavori di ristrutturazione del "bulevard" di Gamonal al centro della protesta.

L'obiettivo è stato raggiunto ma la lotta non è finita. Di questo si è discusso in nell'assemblea cittadina. Non ci sarà il bulevard ma per la mobilitazione sono state arrestate 46 persone che sono ancora detenute.

Per questo l'assemblea di oggi dei cittadini ha deciso di spostare il presidio da Calle Vittoria ad un altro punto e continuare la mobilitazione per la liberazione degli arrestati e l'allontanamento delle forze di polizia.

Sono state decise varie forme di mobilitazioni per i prossimi giorni con al centro la libertà degli arrestati.

La lotta contro la speculazione rappresentata dalla ristrutturazione del bulevard di Gamonal, con al centro gli interessi di Mendez Pozo, uno degli impresari più forti del paese, ha avuto il suo momento più duro negli scontri della giornata del 10 gennaio. Proprio in quell'occasione c'erano stati gli arresti.

La determinazione dei cittadini di Burgos, soprattutto di tanti giovani nel contrastare un'opera che simbolicamente rappresenta la difesa degli interessi speculativi, non solo a livello locale ma in generale nella politica spagnola, ha fatto sì che la solidarietà ai "vecinos di Gamonal" si sia estesa in molte altre città.

Così come la richiesta della libertà degli arrestati si inserisce nella battaglia generale contro le restrizioni alla libertà portate avanti dal governo spagnolo.

RASSEGNA STAMPA 

Da Publico.es - Il sindaco di burgos si arrende e blocca il progetto

Da expansion.com - Il Comune di Burgos paralizza definitivamente l'opera del bulevard di Gamonal

AUAUua

Bookmark and Share