Siete disposti a rinunciare alle vostre libertà fondamentali per briciole di insana in-sicurezza, anzi per il controllo totale. Spenderemmo 80 euro di tasse a testa per le telecamere? Telecamere per il controllo di Venezia, altro che sicurezza.

Basta con le telecamere

3 / 7 / 2009

Sicurezza,cosa vuol dire davvero?
Ho sempre pensato che la parola "sicurezza" significhi principalmente due cose:
* Sicurezza fisica:
Sentirsi sicuro di compiere qualunque atto normale e legittimo in piena libertà. Avere la certezza che le fonze dell'ordine catturino i malviventi e non aver nulla da temere per la propria incolumità.

* Sicurezza attuativa:
Lo stato, le persone, e tutti i sistemi funzionano ed agiscono come ci si aspetta, in trasparenza e garantendo la privacy che fa parte della nostra sicurezza e della nostra libertà.

Controllo,cosa vuol dire davvero?
Con il termine "controllo" s'intende tutto ciò che in violazione dei diritti dell'individuo nega in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo, del tutto o in parte, la libertà del controllato oppure uniforma il suo modo di pensare o di agire, quando non vi è alcun atto illegittimo commesso dal soggetto controllato.

Intercettazione, vuol dire?
Qualcuno, tendenzialmente la polizia o assimili, intercetta, registra ed acquisisce informazioni sull'attività degli indagati. Si tratti di tabulati telefonici, telefonate vere e proprie, intercettazioni ambientali... Quindi anche video.

Vi sentite davvero insicuri a Venezia (centro storico) per la vostra incolumità?
Non è che per caso la vostra insicurezza è data dalle notizie di televisione e giornali?

Ca’ Farsetti sta facendo montare nuove telecamere per tutta la città di venezia.
A Udine, Trieste, Gorizia e Pordenone sono stati spesi 2,8 Milioni di euro per installare 168 telecamere.

http://nuovavenezia.gelocal.it/dettaglio/piu-telecamere-per-la-sicurezza/1665516?edizione=Mestre

A venezia vogliono spendere 4/5 milioni di euro e prenderli anche dalla legge speciale. Peccato che a Venezia di telecamere ce ne sono almeno 254.
Senza contare le 300 dell'ACTV.

Abbiamo più telecamere di 4 città più grandi di Venezia, ne vogliono ancora e vogliono spendere di più! E'Assurdo!

Non si tratta della solita scatola nera con la telecamera collegata dove se succede qualcosa poi si va a vedere cosa è successo.

Se andate a vedere il sito di teletronica (la ditta che ha montato il maggior numero di telecamere a Venezia), vi rendete conto che si vantano di un sistema di riconoscimento facciale.
Si vantano anche di un riconoscimento biometrico e di riconoscere le azioni sospette.

http://www.teletronica.it/

Guradate che bello che è il sito del sistema Argos (Panoptes).

http://www.argos.venezia.it/

Il Canal Grande è un'immagine unica.
Queste super telecamere creano una visione rettificata tipo radar del territorio riconoscendo i singoli soggetti.
Mi dovete spiegare comemai ci sono due telecamere che misurano il moto ondoso a terra.

http://tramaci.org/argos2s

Ho analizzato a lungo il sistema di telecamere che c'è a Veneiza.
E' stata creata una mappa interattiva dove si possono vedere tutte le schedature delle singole telecamere:

http://tramaci.org/anopticon

Dove sono, Quali sono, cosa guardano e l'area videosorvegliata.
Sono stati individuati anche i principali collegamenti wi-fi con il sistema centrale.
In questo caso il sistema dispone di tante telecamere collegate ad un centro di intercettazione premanente, che per il momento, non è tenuto a garantirci la privacy.
Molte telecamere sono senza informativa quindi violano le direttive del Garante Della Privacy (d.Lg. 196/2003). Sono illegali?
Riconoscono i nostri volti, mandano informazioni sui nostri spostamenti al nulceo operativo.

Siamo in libertà vigilata.

Provate a pensare se una persona stà antipatica ad un poliziotto, cosa si può fare con tutto questo sistema?
C'è una casta che si può permettere di sorvelgiarci tutti e senza nessun equilibrio.

E' un business, vendi paura, compri controllo, spendi e guadagni soldi pubblici.
5 milioni di euro?
Se a Venezia siamo 60000 (anche molti meno) sono 83,33 euro a testa?

Lo sapete che anche il canale della Giudecca è un'immagine unica perchè c'è lo stesso sistema del Canal Grande?
Lo è anche metà dell'isola nuova del tronchetto. Fatevi una passeggiata davanti alla sede dell'ACTV.

http://tramaci.org/argos2s

Poi sentiamo che i politici vogliono la legge per l'oblio, censurare i blog, la rettifica, le intercettazioni... Ma poi sono loro i primi ad intercettare noi e per nulla.

La sicurezza non c'è!
I politici, le forze dell'ordine, lo sato? Non agiscono come ci si dovrebbe aspettare, nemmeno le telecamere stesse.
Alcune filmano male, altre sono molto interessate ai bar a campo S.Margherita.
Le prime sono state installate a S.Margherita, Erbaria,campo. S.Giacometto e S.Apostoli.
Principalemnte dove si trovano i pericolosissimi giovani.
Ma non è che l'articolo di Emilio Fede serviva a vendere le telecamere a Venezia?

La realtà è che ci stanno costruendo un bel Panopticon, per sorvegliarci tutti. Perchè per attuare il controllo la sorveglianza è necessaria.

Se non vuoi più telecamere a venezia, o non ne vuoi di più di quelle che ci sono gia, se non vuoi che 80 euro a testa (di tasse) vadano in spese in questo panopticon e magari tolte ad altro, iscriviti a questo gruppo.

http://www.facebook.com/group.php?gid=118708505476

Attenzione:
Siccome questo è un discorso molto scottante facebook tenterà di cancellare questo gruppo.
Vi invito , senza istigazione, a fare copia ed incolla e crearne altri identici.

Il progetto Anopticon è aperto a tutti, potete segnalarci le telecamere in tutte le città.

Se non siete daccordo e siete proprio incazzati, senza istigazione, scrivete al sindaco ed al vice sindaco di Venezia dicendo di rimuovere le telecamere o di non installarne altre.

http://www.comune.venezia.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/637

Bookmark and Share

Gallery

Big Brother viewer

Grande fratello preso con le mani nel sacco