ASC Treviso - Opposizione allo sfratto di Fathia.

L'emergenza non può essere risolta con l’impiego massiccio di polizia e carabinieri.

7 / 2 / 2014

Questa mattina a S. Biagio (TV) sono intervenute le forze dell’ordine con numeri incredibili per portare a termine lo sfratto di Fathia, una mamma sola con due minori disoccupata a causa della crisi. Il problema abitativo è stato trasformato in problema di ordine pubblico! Nel nostro territorio gli sfratti sono ormai all’ordine del giorno e siamo certi che questa emergenza non può essere risolta con l’impiego massiccio di polizia e carabinieri.

Solamente attraverso l’autorganizzazione degli sfrattati, per impedire che le famiglie finiscano in mezzo ad una strada, si può arrestare questa ingiustizia, contemporaneamente  è necessario un  intervento per modificare la gestione delle case popolari. L’ATER deve mettere a disposizione le case ai comuni per permettere ai sindaci di gestire questa situazione gravissima mentre l’ATER amministra il proprio patrimonio abitativo con modalità privatistica.

Tutti sanno che con la crisi le morosità incolpevoli sono ormai migliaia e proprio per questo invitiamo tutti gli sfrattati, vittime di questa crisi a non subire in silenzio ma a lottare perché in una società civile la casa deve essere un diritto per tutti.

Invitiamo tutti a partecipare all’assemblea di ASC che si terrà sabato 15 febbraio alle ore 15.30 presso la Casa dei beni Comuni

ASC Treviso

Links Utili:

Bookmark and Share

San Biagio di Callalta (TV) Opposizione allo sfratto