Arresti ResetG7 Torino - Comunicato Centri Sociali Marche

4 / 7 / 2019

Oggi è stato scritto l'ennesimo capitolo della storia repressiva che da sempre colpisce i movimenti e chi pratica opposizione sociale nel nostro paese.

Torino, Bari, Modena, Venezia, Firenze e la Val Susa sono state teatro di una vasta operazione di polizia che questa mattina ha portato all'arresto di 18 persone, disponendo dieci obblighi di firma e sette di reclusione domiciliare. Le misure repressive si riferiscono a quanto accaduto nel settembre del 2017 a Venaria, alle contestazioni che videro protagoniste migliaia di persone contro il G7 "presieduto" dall'allora ministro Poletti. Un vertice su lavoro, industria e scienza, di una di quelle organizzazioni sovranazionali senza più alcuna legittimità, che continuano a promuovere politiche di sfruttamento e impoverimento su scala globale.

La torsione autoritaria che in questi mesi sta assumendo tinte sempre più fosche e contorni sempre più netti va oramai avanti da anni e si scarica sistematicamente contro chi si oppone alla devastazione e al saccheggio dei diritti, dei territori e delle libertà fondamentali. 

Alle compagne e ai compagni colpiti va tutta la nostra solidarietà e complicità. 

Libere tutti. 

Centri Sociali delle Marche

Bookmark and Share