Da Ancona il pullman della dignità

Ancona - Sabato 17 settembre 2011 tutti a Venezia!

Giornata d’indignazione contro la Lega e contro tutti i sistemi di esclusione e sfruttamento

Utente: shimabara
26 / 8 / 2011

Da Ancora partirà per Venezia il pullman della dignità che sarà composto dalle associazioni che lottano contro le discriminazioni e da uomini e donne migranti, stanchi di essere capi espiatori sui quali le politiche del governo sfogano gli effetti della crisi e la propaganda sicuritaria.

La crisi è l’alibi perfetto per i provvedimenti emergenziali attraverso i quali, soprattutto con l’ultima manovra, lo stato ha dichiarato guerra al lavoro, al reddito, alla formazione, ai diritti. I cittadini stranieri oltre a scontrarsi con la precarizzazione di tutto il sistema di vita, devono anche quotidianamente fare i conti con il dilagare di atteggiamenti e prese di posizioni razziste ed intolleranti.

Anche nella nostra città assistiamo da un lato alla legittimazione di atti di emarginazione sociale che colpiscono sempre di più i migranti e i luoghi che sono soliti frequentare. Grazie a loro molte delle nostre piazze e dei nostri parchi rivivono, in un momento in cui sembra difficile socializzare liberamente…eppure chi lo sa, quanto ne avremmo bisogno!
Il problema del degrado viene sempre associato ai migranti e su di loro vengono sfogate le peggiori frustrazioni. Forse molti invidiano la loro capacità di adattamento, la capacità di riunirsi e riuscire a stare bene con poco…

Dall’altro si perpetuano discriminazioni ogni giorno: nello sfruttamento della mano d’opera, negli uffici pubblici e sui mezzi di trasporto pubblico.
Ci sono autisti di autobus che con fatica aprono le porte a chi ha il colore della pelle scuro. L’ente regionale per le borse di studio quest’anno non voleva rinnovare i sussidi per cinquanta camerunensi iscritti alle Facoltà di Ingegneria, Economia e Medicina. Il tutto per un errore di forma di cui sono responsabili la legge Bossi-Fini e il personale che lavora agli sportelli, troppo spesso non adeguatamente preparati per fronteggiare delle problematiche per cui, innanzi tutto, basterebbe un po’ di buon senso.

In ogni ambito della vita, dal lavoro allo sport, essere straniero pesa come un marchio che contraddistingue chi può usufruire dei diritti e chi ne è escluso…
Per questo sentiamo urgente rendere visibile le storie di discriminazione che senza un’attenta considerazione da parte di tutti coloro, che stanno cercando un’ alternativa a questo modello di sviluppo, rischiano non solo di rimanere nell’invisibilità ma di trovare ulteriore sostegno e legittimazione nelle politiche che il governo sta portando avanti.

L’Associazione Shimabara e la Polisportiva Antirazzista Assata Shakur aderiscono all’appello lanciato a Venezia dalle reti sociali e di movimento in occasione del raduno leghista che si terrà in quei giorni.

IL PULLMAN PARTIRÀ SABATO 17 SETTEMBRE ALLE ORE 10.00 PUNTUALI DAL PARCHEGGIO DELLO STADIO DEL CONERO, RITROVO ALLE ORE 9.30

PER PRENOTARE IL POSTO SCRIVERE A shimabara.marche@gmail.com oppure telefonare ai seguenti numeri: 3201189555 - 3315435126


Anime viaggianti con la stessa idea di libertà:
Ass.Shimabara
Polisportiva Antirazzista Assata Shakur

Bookmark and Share