8 giugno - Fuori casapound da Fabriano (An)

23 / 5 / 2013

Fabriano è antifascista.
Non potremmo mai permettere che una manifestazione di stampo fascista ottenga agibilità politica nella nostra città. Fabriano ha contribuito storicamente in modo sensibile alla Resistenza nazionale e alla vittoria della libertà sull’oppressione della tirannide nazi-fascista. Proprio per queste ragioni la manifestazione prevista per sabato 8 giugno, organizzata da Casa Pound, ci appare come una vera e propria offesa alla memoria storica del nostro territorio, alla medaglia di bronzo alla Resistenza della nostra città e a quella d'oro del Partigiano Engles Profili.


Per noi l’antifascismo non è solo memoria storica, è rispetto per il sangue versato per la nostra dignità, ma soprattutto è militanza nella quotidianità delle nostre giornate. Riteniamo vergognoso che, quelli che si definiscono apertamente "fascisti del terzo millennio", possano sfilare sotto il beneplacito del commissariato ed il silenzio delle istituzioni, le stesse istituzione che vediamo sfilare e mettersi in mostra ogni 25 Aprile di fronte alla statua al partigiano. Noi non permetteremo in alcun modo che i fascisti di CPI sfilino impuniti per le vie della nostra città.

Dietro Casa Pound si celano idee razziste e xenofobe che nulla hanno a che fare con la democrazia e la promozione di diritti. Al Commissario sembrano interessare i cavilli burocratici e le libere interpretazioni, a noi invece interessa la realtà materiale. Casa Pound è di fatto una vera e propria organizzazione parafascista, tutto il resto è teatro. Di pessimo gusto è inoltre il tentativo di utilizzare e strumentalizzare la drammatica situazione occupazionale del fabrianese al solo scopo di farsi propaganda e di vendersi come unica realtà vicina e solidale alle problematiche sociali ed economiche del territorio....fino ad oggi dov'è stata CasaPound Italia? 

Invitiamo quindi tutte le forze antifasciste del territorio ad attivarsi in modo tale da evitare che questa manifestazione, questa vergognosa passerella di fascisti per la nostra città, venga svolta.
Da domani, se la manifestazione sarà confermata, ci attiveremo in prima persona per evitare la “sfilata dello schifo”: il fascismo non è un idea politica che si può professare liberamente, è l’oblio della democrazia e della storia.

Un paese senza memoria è un paese senza futuro.

Riportiamo alcuni fatti avvenuti di recente per permettere a tutti di capire cosa sia veramente Casa Pound Italia:

• Il 29/08/08 a Roma i militanti di CP aggrediscono con caschi e bastoni gli studenti che sfilano contro la riforma Gelmini nel vano tentativo di prendere la testa del corteo

• Il 13/02/11 a Firenze Gianluca Casseri, esponente dell’estrema destra e frequentatore della sezione CP di Pistoia, spara e uccide due giovani senegalesi per poi togliersi egli stesso la vita

• Nel gennaio 2013 a Napoli sette appartenenti a CasaPound vengono arrestati con le accuse di banda armata, associazione eversiva, porto illegale di armi da fuoco e materiale esplosivo• Molte altre sono le aggressioni verificatesi nel corso degli ultimi anni nei confronti di migranti e militanti di sinistra

Questa gente non ha nulla a che fare con la storia della nostra città.
Non lasceremo mai che un manipolo di nostalgici sfili per Fabriano con i loro slogan razzisti e populisti.

Fabriano antica città di Fabbri, Mastri Cartai e Antifascisti... No nazi in my town

Bookmark and Share

Fabriano (An) - No nazy in my town!