sergio falcone, Dalla parte degli studenti

15 / 12 / 2010

Demonstrators-clash-with--002.jpg

Dalla parte degli studenti

Non amo la violenza e non ero presente ai fatti di ieri, qui a Roma.
Sposo le ragioni di questo movimento, ragioni sacrosante, ma sono fermamente contrario allo scontro di piazza.
Contro l'ingiustizia, disobbedienza civile nonviolenta e generalizzata!
Sciopero generale!


Sul sito de la Repubblica, però, circola un video con la testimonianza d'una giovane compagna: "La polizia ha chiuso tutte le vie di fuga e ha cominciato a caricare selvaggiamente". E allora il vero responsabile degli incidenti è colui che ha dato quell'ordine. Un irresponsabile. E non gli studenti.

Che vi siano in circolazione infiltrati camuffati e prezzolati è cosa nota... Ricordate le ultime dichiarazioni di Francesco Cossiga? I cortei dovrebbero organizzare un servizio d'ordine rigoroso che allontani chi ha tutto l'interesse, e il compito, di "buttarla in caciara".

Mi auguro che questo governo esali l'ultimo respiro. E presto. Un governo che sta seminando miseria, malcontento e disperazione. Quei giovani che ieri erano in piazza, costretti a veder precarizzate le loro vite, non hanno nulla da perdere. Questo governo, con le sue linee di politica economica, non fa che esser lui per primo a fomentare disordini.
L'unica alternativa che vedo a questo stato di cose sta proprio in quei ragazzi. Nei movimenti che studenti, lavoratori, migranti, donne ed uomini di buona volontà riusciranno a mettere in piedi.
Le gesta, la composizione stessa di questo governo sono una vergogna. Universale.
Ma ancor peggiore è una Sinistra evanescente. Nella sua versione abdicataria, il PD, come in quella politicista, Rifondazione e residuati bellici del marxismo-leninismo vari.
Nessuno ha mai riflettuto abbastanza sul fatto che Benito Mussolini era un iscritto Psi.
Il nemico da abbattere è il Potere.

Socialisme ou barbarie!

sergio falcone

Bookmark and Share