Laboratorio di Teatro

Bologna - ovunque i contorni delle cose hanno brevi arresti*

Primo incontro giovedì 17 ottobre ore 20.40

9 / 10 / 2013

L'Arte della trasformazione anno 2013/2014
Il percorso si sviluppa attraverso la ricerca di una possibile estetica non visiva, che la compagnia porta avanti dal 2008 insieme agli attori di Orbitateatro, compagnia costituita nel 2011 da alcuni partecipanti ai laboratori de l’Arte della trasformazione, progetto di formazione e produzione di spettacoli.

Il laboratorio propone uno spazio per la pratica teatrale, fruscìo d’ombra, per congiungere le due condizioni umane della vista e dell’assenza di vista, dove l’azione si fa visione e la scrittura scenica dedizione al presente, sviluppo dell’identità artistica di ognuno dei partecipanti.

Il laboratorio è rivolto a giovani, adulti, a persone ipovedenti, non vedenti e vedenti.

E’ prevista anche una formazione di tipo seminariale.
Non è necessaria alcuna esperienza teatrale.

Primo incontro giovedì 17 ottobre, ore 20.40

Le iscrizioni rimarranno comunque aperte fino al 31 ottobre

Gli incontri si svolgeranno da ottobre a dicembre 2013

ogni giovedì sera dalle 20.40 alle 23.00
presso la palestra dell’Istituto F. Cavazza
in via dell’Oro 3 – Bologna.

A cura della compagnia Gruppo Elettrogeno – Orbitateatro di Bologna

In collaborazione con: 0GK, Associazione internazionale per la promozione sociale dell’arte, Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti, Sezione provinciale di Bologna, Istituto dei ciechi Francesco Cavazza di Bologna.

La seconda parte del percorso si svolgerà nel corso del 2014

Il progetto “l’Arte della trasformazione” 2013-14 è dedicato al professor Maurizio Giuffredi

info:
mail: artedellatrasformazione@gmail.com
www.gruppoelettrogeno.org

* Jhon M.Hull

Bookmark and Share